La vita come mezzo della conoscenza

Pubblicato: giugno 2, 2011 in Radici

E. Munch, Friedrich Nietzsche

No. La vita non mi ha disilluso. Di anno in anno la trovo invece più ricca, più desiderabile e più misteriosa – da quel giorno in cui venne a me il grande liberatore, quel pensiero cioè che la vita potrebbe essere un esperimento di chi è volto alla conoscenza – e non un dovere, non una fatalità, non una frode. E la conoscenza stessa: può anche essere per altri qualcosa di diverso, per esempio un giaciglio di riposo o la via ad un giaciglio di riposo; oppure uno svago o un ozio; ma per me essa è un mondo di pericoli e di vittorie, in cui anche i sentimenti eroici hanno le loro arene per la danza e per la lotta. “La vita come mezzo della conoscenza” – con questo principio nel cuore si può non soltanto valorosamente, ma perfino gioiosamente vivere e gioiosamente ridere.

Da Friedrich Nietzsche, La gaia scienza

Annunci
commenti
  1. Giusy ha detto:

    verissime parole!!!!!!!!!!!Grazie per qsto testo cosi´ricco di verita´e di significato!!

  2. chiara chiapperini ha detto:

    come consulente filosofico trovo che la scrittura di Nietzsche faccia affiorare il senso del colloquio filosofico nella consulenza: si tratta di un pensiero vissuto, un pensiero che esamina l’esistenza per ridisegnare nuovi significati e orientare e ri-orientare il pensiero nella sua relazione con la vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...