Working with

Raccontateci quali sono i pensieri che muovono la vostra vita e la vostra ricerca, diteci cosa studiate e perché, riferiteci quali sono le iniziative che state seguendo in questo periodo di mobilitazioni, per capire quale tipo di conoscenza inseguite. Inviateci foto e materiali, li selezioneremo e vi inseriremo sul nostro blog. Allegate ai vostri materiali una breve bio, che inseriremo in questa pagina (senza foto).

I materiali che contengono simboli partitici o associativi, che contengono materiali offensivi o  in qualsiasi modo lesivi della dignità altrui non saranno presi in considerazione.

Scrivete a: francescadaria@hotmail.com

Hanno collaborato

Maria Savino (Torino, 1977), è dottoressa in Scienze della Comunicazione. Da sempre ama l’arte, la letteratura e il cinema e sul finire del suo percorso di studi scopre una passione per il giornalismo che la porta a collaborare con un settimanale occupandosi di cronaca bianca, di cultura e di spettacoli. Affascinata dall’infinito mistero dell’animo umano, è attratta da tutto quanto cerchi di svelare le molteplici sfumature della realtà: dalla psicanalisi alla cultura orientale, dal cinema d’autore alle interviste, dalle biografie alle canzoni di De André, dai cantastorie al teatro del Novecento. Irrequieta, “Bastian contrario”, nostalgica ma al contempo attenta alla realtà che la circonda, la sua carriera professionale spazia dall’editoria alla pubblicità alla televisione.

Autrice del post “Evviva la speranza” e di alcune foto del post “Centomila in piazza”

Sarah Zaccagni (Torino, 1989) è una studentessa di Economia presso l’Università degli Studi di Torino. Nonostante la scelta di intraprendere uno studio apparentemente poco umanistico, aver frequentato il Liceo Classico “Vincenzo Gioberti” l’ha resa sensibile e tuttora interessata a discipline più o meno distanti dal suo attuale percorso di studi, come la filosofia, la letteratura , l’arte. La curiosità per culture e lingue diverse ha alimentato la sua passione per i viaggi, che cerca di soddisfare non appena possibile. Ha inoltre recentemente iniziato a collaborare con i Giovani Democratici di Torino, avvicinandosi a tematiche sociali e politiche più specifiche.

Autrice del post “Opponiamo il nostro silenzio”

Francesca Tini Brunozzi (Narni 1964) vive a Vercelli e lavora a Torino nell’ambito della ricerca per le tecnologie vocali. Le sue poesie sono apparse su numerose riviste e il antologie. Nel 2006 con Brevi danze esce la sua prima raccolta di poesie nella collana Poesia Italiana E-book di Biagio Cepollaro Edizioni. Nel 2007 viene pubblicato il suo primo libro, Frau, per le Edizioni Torino Poesia. Per le stesse edizioni cura le antologie Le carte di riso. Quindici poeti vercellesi (2008) e Pollockiana. Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura americana (2009), Frau e le altre (2010). Da Frau(2007) sono state tradotte e pubblicate sue poesie sulle riviste europee. Il suo saggio “La vertigine della maschera. Il poetry slam come gioco letterario” è stato pubblicato in Corpi letterari. L’esperienza sportiva nella cultura del Novecento (Interlinea, 2005). A Vercelli è attività in ambito culturale dalla metà degli anni ’90: dal 2003 organizza e dirige numerosi poetry slam; nel 2004 ha ideato e fondato (e in seguito abbandonato) il Festival di Poesia Civile Città di Vercelli; dal 2005 organizza la Giornata Mondiale della Poesia Unesco; nell’autunno 2006 fonda la Casa della Poesia. Dal 2007 al 2010 ha fatto parte del direttivo del Festival Torino Poesia.

Autrice del post “Poesia del settantadue barrato” e curatrice della sezione Poesia

commenti
  1. Michèle Suzanne Thérèse ha detto:

    Buona sera, sono francese, vivo in Italia dal 62, ho 70 anni ma nonostante l’età sempre combattiva!
    Ho assistito stasera al vostro intervento a Spoleto, nella Biblioteca Comunale di Spoleto.
    E’ stato molto interessato e vi ho ammirato per come avete esposto le vostre idee, la vostra calma e l’entusiasmo che mettete per cercare di coinvolgere più persone possibili. Vi auguro di tutto cuore di avere tante adesioni su questo blog. E’ ora che le donne, i giovani e chi si è stancato di questa situazione, si sveglino e manifestino senza rumore ma numerosi alla manifestazione che avete progettato per aprile. Cercherò di farvi un pò di “pubblicità” raccomandando il vostro blog.
    Certo non ho studiato filosofia ma un blog di cultura può stimolare la voglia di saperne di più e quindi arricchisce le persone e non sono d’accordo, come qualcuno ha detto stasera, che è un blog di “chicca” o “aristocratico” è un blog che ti dà voglia di conoscere e fa lavorare la mente invece di farla addormentare davanti alla TV!
    Tanti auguri per tutto.
    Michèle

    • Cara Michèle,
      grazie per il post e per le tue parole di incoraggiamento. Se riuscissimo davvero a far accendere la curiosità e la conseguente voglia di pensare, sarebbe un ottimo inizio. Speriamo che altri come te abbiamo interesse a partecipare e diffondere l’iniziativa.

  2. rita grifoni ha detto:

    ciao Francesca,ciao Daria
    prima di tutto grazie per l’invito a partecipare alla vostra iniziativa.
    grazie soprattutto per essere “vive”e dare anche a noi la possibilità di ricordare agli altri che le Donne ci sono.Hanno smesso per un pò di tempo di far rumore, prese dai mille compiti quotidiani, che è ormai deciso,debbano svolgere egregiamente.
    le Donne però in questo periodo,non possono non sentirsi offese,ragion per cui apprezzo la vostra iniziativa e vorrei aiutarvi a portarla avanti.
    avrete anche voi saputo delle Donne con la sciarpa bianca a Milano,al simbolo del lutto però preferisco quello della dimostrazione della propria forza,dignità e cultura…della “resistenza” come dite voi! sono certa che sarà possibile. un abbraccio grande rita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...